Tassoni apre al pubblico dopo 225 anni di storia

Un tour di quattro date, tra giugno (15 e 16) e luglio (6 e 7), per scoprire l’azienda e gli stabilimenti produttivi di Salò. Gli ammessi? Solo 225 visitatori, tanti quanti gli anni di Tassoni. Insomma, un’idea originale per scoprire i segreti della famosa Cedrata, dei nuovi soft drinks, sciroppi e spirits. Per partecipare basta iscriversi online, all’indirizzo 225anni.cedraltassoni.it. Ma è possibile conquistare gli ingressi anche pubblicando una foto su Instagram con l’hashtag #225anninsieme.

Volete saperne di più su Tassoni? Cliccate QUI per rileggerne la storia che vi avevamo già raccontato tempo fa. Vi ricordiamo, solo, che l’azienda affonda le sue radici nel 1793. Nata come Spezieria, dove venivano prodotti liquori a base di cedro, oggi il suo fiore all’occhiello è la Cedrata Tassoni Soda, la cui prima produzione risale agli anni ’50.

A partire dal 2014 l’offerta delle bibite si arricchisce con l’introduzione della Tonica Superfine, con aroma naturale di quassio, preferito al chinino, e l’aroma naturale di cedro. Nel 2016 arriva Fior di Sambuco, poi Mirto in Fiore e, quest’anno, Pescamara, che nascono dall’intuizione di “raccogliere i fiori e frutti e portarli in un bicchiere”.

 

acquerello di copertina Alessandro Tizzi

Margherita Tizzi

In questi ultimi anni all’arrembaggio l’amore di Margherita per il giornalismo embedded è cresciuto e maturato. Resta il suo sogno – accanto a quello (nel cassetto) di diventare una maestra di sci e di trasformare l’Italia in un paese consapevole dei tesori che conserva. E’ il babbo pittore, infatti, che le ha trasmesso l’amore incondizionato per l’arte e il design...

No Comments Yet

Comments are closed

 


John Fitzgerald Kennedy

Ispirazioni: il futuro per Abraham Lincoln

Calvin Klein, Eternity Moment