Tanti modi di usare la Fouta

Si racconta che sia arrivata dalla via della Seta, nei cesti delle merci dei commercianti arabi. In Tunisia, la Fouta (in italiano si pronuncia semplicemente Futa) è un telo usato per stendersi ad asciugarsi e per nascondere il corpo nudo nelle sale, calde e umide, del bagno moro.

Il successo di questo prodotto deve molto al lavoro delle donne berbere e ai loro segreti artigianali. Sappiamo solo che la Fouta è prodotta esclusivamente in 100% cotone, che è leggera, morbida e altamente assorbente, che si asciuga altrettanto rapidamente e che viene proposta in diversi e colorati modelli, resistenti alla prolungata esposizione solare. Inoltre, occupa pochissimo spazio ed è pratica da portare in viaggio.

Oggi ritroviamo la Fouta nella vita di tutti i giorni anche come pareo o copricapo, come telo per la casa o per il mare, come tovaglia, copri-tavolo o tappeto, come protezione per i divani o per le sdraio, come tenda per la doccia, soprattutto se esterna, o semplicemente come decoro per gli interni.

Insomma, largo alla fantasia…

ph Pinterest

Margherita Tizzi

In questi ultimi anni all’arrembaggio l’amore di Margherita per il giornalismo embedded è cresciuto e maturato. Resta il suo sogno – accanto a quello (nel cassetto) di diventare una maestra di sci e di trasformare l’Italia in un paese consapevole dei tesori che conserva. E’ il babbo pittore, infatti, che le ha trasmesso l’amore incondizionato per l’arte e il design...

No Comments Yet

Comments are closed

 


John Fitzgerald Kennedy

Ispirazioni: il futuro per Abraham Lincoln

Calvin Klein, Eternity Moment