Natale a New York: Brooklyn vale un viaggio, ecco perché…

Si accende il Natale a New York con il super-albero di Rockefeller Center alto 26 metri e pesante 13 tonnellate donato da una coppia di Danville, Pennsylvania. Illuminato da 45mila luci a led, culmina con l’ormai famosa stella Swarovski alta tre metri. Dopo le feste l’abete tornerà a Danville dove verrà utilizzato da un’associazione no-profit per costruire case per i senzatetto. Se in questo periodo avete deciso di raggiungere la Grande Mela non fermatevi solo a Manhattan o zone limitrofe. Puntate su Brooklyn, una (nuova) città nella città…

Brooklyn è un susseguirsi di tipiche case newyorkesi, strade alberate, locali e ristoranti alla moda e negozi ispanici e afroamericani che determinano un mix di culture e creatività unico. Qui, dove Prospect Park non ha nulla da invidiare a Central Park, lo stile di vita è più rilassato, un’ottima fuga dalla frenesia di Manhattan. Brooklyn ha la capacità di cambiare mantenendo una forte connessione con il passato. Un posto che merita di essere esplorato, conosciuto e assaporato. Vale un viaggio.

Alcuni indirizzi utili.

Per iniziare la giornata con un buon caffè o semplicemente una pausa pomeridiana, ottimi scones e mini dolcetti gluten free da Little Zelda, 728 Franklin Avenue (www.littlezelda.com). Sempre sulla Franklin (781) una gustosissima pizza Napoli style, buona musica e atmosfera accogliente da Barboncino (www.barboncinopizza.com). Consiglio il martedì sera con jazz dal vivo.

Hullabaloo è una piccola libreria di quartiere aperta ogni giorno da un commesso/volontario diverso (Park Place angolo Bedford Avenue).

Il Flea Market in inverno cambia location e trasloca a 1000 Dean Street Brooklyn, NY 11238. Il sabato e la domenica (10-18) potete trovare di tutto, vintage o no: dal cibo alla cassetta del vino convertita in comodino, al sapone handmade (brooklynflea.com).

Infine fino al 15 febbraio da vedere la mostra Killer Heels dedicata alle scarpe al Brooklyn Museum. Ogni primo sabato del mese si entra gratis, si possono vedere tutte le mostre in corso, si può assistere a concerti e proiezioni di documentari (www.brooklynmuseum.org).

Testo e foto di Valentina Roda

Redazione

Redazione di Moda a Colazione

No Comments Yet

Comments are closed

 


John Fitzgerald Kennedy

Ispirazioni: il futuro per Abraham Lincoln

Calvin Klein, Eternity Moment