Meissen, la porcellana che incanta royal families ed esteti da oltre 3 secoli

La manifattura di Meissen, la prima fabbrica europea di porcellana dura, voluta nel 1710 da Re Augusto II di Polonia e Principe di Sassonia, continua ad affascinare gli estimatori del bello. Le porcellane Meissen hanno la consapevolezza di essere amate: ogni piatto e statuetta incantano per limpidezza, eleganza, fluidità e innata erudizione.

Le spade incrociate, simbolo della maison, decorano le piú eleganti case Reali e quelle di aristocratici e appassionati. Le porcellane d’arte quali l’orchestra delle scimmie, gli arlecchini e i putti sono le piú ricercate alle aste di Sotheby’s e Christie’s.

Il tableware Meissen è amato, tra gli altri, da Valentino Garavani, che possiede un sofisticato servizio da tavola disegno cipolla. Miuccia Prada per le cene piú eleganti stupisce con piatti, alzate e zuppiere decorate con dragoni Ming. Giorgio Armani preferisce l’essenzialitá della linea Cosmopolitan bordata in oro. L’archistar Peter Marino, cultore della maison, si fa cifrare ogni singolo pezzo. Vittorio Emanuele e Marina di Savoia sorprendono i commensali con l’antico servizio della Regina Elena, decorato con fiori e corona.

Con Meissen la semplicitá della materia prima si trasforma, si modella e si plasma nelle mani dei maestri artigiani della Sassonia. Così diventa un prezioso elemento capace di incantare.

Villa Meissen Milano Villa Meissen Milano Meissen disegno Cipolla Meissen disegno Dragoni Imperiali Meissen disegno dragoni Ming Meissen disegno Rose Meissen linea Cosmopolitan Meissen porcellane d'arte

di Simone De Checco

foto Marco Paris

Redazione

Redazione di Moda a Colazione

No Comments Yet

Comments are closed

 


John Fitzgerald Kennedy

Ispirazioni: il futuro per Abraham Lincoln

Calvin Klein, Eternity Moment