Longines, lo sci e le rivoluzioni nel cronometraggio delle prestazioni

Dopo aver contribuito al successo di numerose imprese e spedizioni esplorative, dal 1878 Longines sviluppa tecnologie in grado di misurare il tempo con una precisione sempre maggiore. Da qui la “carriera” di cronometrista di eventi sportivi come lo sci, che, per esempio, raccontano i poster e le campagne pubblicitarie artistiche degli anni ’40.

Poi la prima volta del movimento al quarzo, nel 1956, usato dalla casa della clessidra alata per cronometrare la Coppa del Mondo di sci di St. Moritz. Una rivoluzione nell’affidabilità e nella precisione dei dispositivi, culminata nella stagione 1971/72, quando Longines sviluppò un sistema per mandare in diretta televisiva lo scorrere, minuzioso, del tempo.

E oggi? Il sistema Longines Live Alpine Data è la nuova super tecnologia di cronometraggio e gestione dei dati per lo sci alpino, usato per le gare di discesa libera e super gigante. Consiste in un chip, dotato di radar e sensore di movimento, fissato allo scarpone dell’atleta, che permette di misurare in tempo reale il continuo cambio di velocità dello sciatore, le sue accelerazioni e decelerazioni, il tempo necessario per raggiungere i 100 chilometri all’ora e l’analisi dei salti. Questi dati, poi, sono presentati sotto forma di grafica televisiva e sono messi a disposizione degli atleti per aiutarli ad analizzare le loro prestazioni.

Longines Future Ski Champions

A testimonianza del legame con il mondo dello sport e come Timekeeper e Orologio Ufficiale della Coppa del Mondo di sci alpino, anche quest’anno, durante il FIS Alpine World Ski Championships di St. Moritz, si è tenuta la competizione sciistica che mette in gara i 13 ragazzi (o ragazze, si alternano ogni anno) under 16 più talentuosi al mondo. I giovani, scelti dalle rispettive federazioni in base al ranking nazionale (tra i paesi che ospitano almeno 1 tappa della Coppa del Mondo), hanno vissuto l’emozione di scendere dalle stesse piste dei professionisti in gara. Ad aggiudicarsi la quarta edizione, il trofeo, un orologio e una borsa di studio a favore della propria federazione, per sostenere la formazione sportiva degli atleti, è stata la finlandese Erika Pykäläinen. Per l’Italia è scesa in pista Pilar Elisa Lucchini.

Longines Conquest St. Moritz

St. Moritz, oltre a ospitare le gare di sci alpino, è nota per eventi equestri di altissimo livello, come il Longines CSI St. Moritz o il Night Turf St. Moritz, con il relativo Longines Show-Sprint Race. Per celebrare la località svizzera, Longines ha presentato Conquest 1/100 St. Moritz (Conquest Centième), un nuovo cronografo che misura i tempi intermedi multipli e visualizza il centesimo di secondo grazie ad una lancetta gialla.

Tutto ciò grazie al movimento al quarzo L440 di ultima generazione, sviluppato solo per Longines dalla manifattura ETA. Quest’ultimo racchiude un microcontroller a memoria flash, che consente l’azzeramento istantaneo e la misurazione dei tempi intermedi. Con un diametro di 41 mm, il modello in acciaio che lo ospita è caratterizzato da un quadrante argenté che indica le ore, i minuti, i piccoli secondi a ore 6, la data e le funzioni del cronografo: lancetta centrale dei secondi, contatore dei 30 minuti a ore 2 e contatore delle 12 ore a ore 10, più la già nominata lancetta gialla per i centesimi di secondo. 

Margherita Tizzi

In questi ultimi anni all’arrembaggio l’amore di Margherita per il giornalismo embedded è cresciuto e maturato. Resta il suo sogno – accanto a quello (nel cassetto) di diventare una maestra di sci e di trasformare l’Italia in un paese consapevole dei tesori che conserva. E’ il babbo pittore, infatti, che le ha trasmesso l’amore incondizionato per l’arte e il design...

No Comments Yet

Comments are closed

 


John Fitzgerald Kennedy

Ispirazioni: il futuro per Abraham Lincoln

Calvin Klein, Eternity Moment