Estate e viaggi: dormire in un’antica dimora

Atmosfere da favola, ambienti caldi ed eleganti, e spa per garantire un relax assoluto: l’occasione per sentirsi re e regine, fosse anche soltanto per una breve fuga dal caos della città e dagli impegni quotidiani, può essere più vicina di quanto si pensi. Trascorrere un soggiorno in una dimora storica, una delle tante che costellano il nostro Bel Paese, recuperata e riconvertita in un resort di lusso, è un’esperienza da provare e un’occasione per ritrovare la pace interiore e il benessere. Ecco dove trovare queste perle e vivere un’esperienza da veri aristocratici.

Palazzo Arzaga Hotel Spa e Golf Resort

palazzo arzaga

Quest’antica dimora del XV secolo, immersa in un meraviglioso parco di 144 ettari a soli 5 km dal lago di Garda, è stata riconvertita in un golf & spa resort a cinque stelle. All’interno, gli spazi ricalcano i tratti originali del tempo, con soffitti alti e luminosi, travi in legno a vista e mobili antichi. Le camere e le suite sono in parte decorate con gli affreschi originali del XV secolo, mentre la vista è su affascinanti e tranquilli paesaggi. Una fantastica terrazza con piscina, l’elegante Spa by Clarins e due campi da golf da 18 a 9 buche coronano il quadro, regalando un soggiorno all’insegna della quiete e del relax.

Relais Alberti

Camere_Relais Ca' Alberti

Tra le strutture più accoglienti e lussuose non poteva mancare questo hotel ricavato da un palazzo della fine del XIV secolo a Malamocco, nella romantica laguna di Venezia. Il Relais Alberti, composto da due splendide ville adiacenti, Ca’ Alberti e Ca’ del Borgo, è stato la residenza della famiglia Alberti, per secoli amministratori e tesorieri della Repubblica Veneta. Il borgo di Malamocco, lontano dal viavai turistico del centro storico, regala un’atmosfera caratteristica e di grande pace, consentendo di vivere il lato più autentico di Venezia, e all’interno dell’hotel gli arredi classici, i caminetti scoppiettanti e la vista sul canale accolgono gli ospiti in un ambiente dal sapore intimo. A pochi passi, un orto a disposizione degli ospiti per raccogliere frutti, verdure ed erbe aromatiche, poi trasformate in marmellate, centrifughe a base di frutta bio e stuzzichini.

Villa Crespi

villa crespi

Resa nota dallo chef Cannavacciuolo, questa dimora di fine ‘800 si distingue per le sue architetture arabeggianti, volute da Cristoforo Benigno Crespi, simbolico imprenditore del settore tessile, affacciate sul lago d’Orta e completamente rinnovate da qualche anno. Una struttura distinta da tutte le altre nei dintorni, caratterizzata da un clima accogliente e dalla ricca offerta culinaria del sapiente chef, renderà il soggiorno un’esperienza unica.

L’Albereta

alberetaImmersa nelle rigogliose vigne della Franciacorta e con una vista spettacolare sul Lago d’Iseo, l’Albereta era la dimora privata dell’avvocato Giovanni Cavalleri e di sua moglie Anna, musicista e artista. Sorta a fine Ottocento sulla collina Bellavista, questa villa di impianto neorinascimentale fu una vera e propria Accademia delle arti, un punto di riferimento importante per il panorama artistico e culturale dell’Italia settentrionale in tutta la prima metà del Novecento. Meta preferita degli amanti del buon vino, l’Albereta offre un’esperienza ricca di sapore anche grazie al nuovo chiosco “La Filiale” con un menù completamente dedicato alla pizza e basato sui prodotti del territorio.

Il San Pietro di Positano

san pietro positanoA Positano, nella cornice della splendida costiera Amalfitana, sorge il San Pietro, un hotel a cinque stelle relativamente recente (è nato nel 1970), ma dal fascino impagabile. Affacciato sul mare e con una vista mozzafiato sull’intera cittadina, ha ospitato personalità come Eduardo De Filippo, Julia Roberts e Tina Turner, i sovrani del Belgio e il celebre ballerino Rudolf Nureyev. A raccontarne tutti gli aneddoti è Virginia Attanasio Cinque, “la signora del San Pietro”, nipote del fondatore, che troverete seduta ad uno dei tavoli del ristorante sul mare, mescolandosi tra i clienti, a controllare che sia tutto perfetto.

Caesar Augustus

caesar augustus capri

La vista di cui si gode dal Caesar Augustus sulla baia di Napoli è davvero degna di un imperatore e, non per niente, la statua che ne domina la terrazza è uno dei simboli di Capri. Sorta nel 1850 sotto il nome di Villa Bitter e residenza di un facoltoso signore tedesco, da locanda e punto di ristoro per i viandanti diventò, in seguito all’acquisto da parte del principe russo Emmanuel Bulhak, un importante centro d’arte e cultura. Passato nelle mani della famiglia Signorini, dagli anni ’40 è un hotel a cinque stelle puntualmente inserito nelle classifiche dei migliori resort di lusso del mondo.

Hotel Bristol Palace di Genova

Hotel Bristol Palace Genova

Vi hanno soggiornato D’Annunzio, Nureyev e Hitchcock ed è uno degli hotel più noti di Genova. Costruito all’inizio del ‘900 in stile Liberty, è caratterizzato da arredi originali art déco e salotti in stile Napoleone III. Si dice che il suo vertiginoso scalone ellittico in marmo bianco abbia ispirato ad Alfred Hitchcock il film Vertigo. A pochi passi da Palazzo Ducale, dal teatro Carlo Felice, dall’Acquario e dai più importanti palazzi della città, il Bristol è in una posizione privilegiata per esplorare Genova. In più, la stupenda terrazza del Ristorante Giotto consente di godere di colazione, pranzo e cena all’aperto, riparati da due grandi vele a memoria dell’illustre passato della Repubblica Marinara.

Relais & Châteaux Bellevue Hotel & Spa

bellevue cogneUna location d’eccezione ai piedi del Gran Paradiso: così il Relais & Châteaux Bellevue Hotel & Spa di Cogne offre l’occasione perfetta per lasciarsi alle spalle il caos della città e rilassarsi in mezzo al verde. Fondato nel 1925, tre anni dopo l’istituzione del Parco Nazionale del Gran Paradiso, e antica riserva di caccia della famiglia reale, era il luogo di villeggiatura alla moda di famiglie genovesi, milanesi e torinesi, nonché dei reali d’Italia e del Belgio. La sua figura più centrale? Maria Romilda Albert, la ‘Signora’ del Bellevue, che salvò l’antica casa dai frequenti saccheggi e dagli incendi nel periodo della liberazione. Facendo in modo di regalare agli ospiti, ancora oggi, emozioni d’altri tempi.

Relais & Châteaux Terme Manzi Hotel & Spa

terme manziLe acque termali della fonte del Gurgitello alimentano la spa di questo hotel di Ischia con poteri fortemente curativi e benefici, grazie alla sinergia tra alte temperature e variegata composizione salina. Fondato nel 1863 da Luigi Manzi, che aveva scoperto le proprietà eccezionali della fonte, nel tempo ha ospitato nobili, accademici, poeti e capitani d’industria, tra cui Giuseppe Garibaldi, che vi curò le ferite che si era procurato durante la battaglia di Aspromonte per l’Unità d’Italia.

Relais & Châteaux Castel Fragsburg

castel fragsburgSoggiornare in un castello con 20 suite immerse nel verde? A Merano è possibile, al Relais & Châteaux Castel Fragsburg. La sua storia risale al 1620, quando fu costruito come castello di caccia per nobili. Oggi, invece, ospita una spa dove è possibile immergersi in esperienze rilassanti dalla testa ai piedi tra yoga, meditazione, bagni sonori e preparati terapeutici.

 

Irene Dominioni

Cresciuta nella foresta di libri della sua casa milanese, Irene ha inseguito la passione per il giornalismo in Danimarca e in Olanda, grazie al master Erasmus Mundus Journalism, Media and Globalisation. Di nuovo a Milano, oggi collabora con pubblicazioni internazionali come Pandeia.eu e Orange Magazine, e si occupa di comunicazione, social media e organizzazione di eventi. Su Moda a Colazione scrive di cultura e viaggi.

No Comments Yet

Comments are closed

 


John Fitzgerald Kennedy
Ispirazioni: il futuro per Abraham Lincoln
Calvin Klein, Eternity Moment