Come trasformare il bagno in una spa

Concedersi un trattamento rilassante o un’ora di piscina al giorno è da marziani? Basta portarsi le terme a casa. Ebbene sì, con poche e semplici mosse potete trasformare il bagno in un’oasi di bellezza. Il bagno, infatti, è un luogo di rifugio, di evasione. E’ un ambiente con ruoli e significati complessi. E’ la stanza della naturalezza, per questo attirò l’attenzione di pittori come Caillebotte (Uomo al bagno), Degas (Donna che si spugna nella vasca da bagno, La tinozza) e Botero (Il bagno).

Ecco come trasformare il bagno in una spa in 10 mosse:

  1. Lasciate in camera smartphone, tablet, computer, mariti, figli e pensieri. L’unico suono permesso è quello della musica che preferite.
  2. La luce deve essere calda e soffusa per riposare gli occhi e ascoltare le proprie emozioni. Se possibile sostituitela con quella di candele profumate o con un diffusore di essenze.
  3. Posizionate degli asciugamani di lino accanto alla vasca o alla doccia, a un termos di tisana drenante o distensiva preparata in precedenza e a un’orchidea. Grazie all’alto tasso di umidità, il bagno è l’ambiente perfetto dove far crescere questo fiore. Assicuratevi, però, che ci sia abbastanza luce: il rifugio ideale dell’orchidea è davanti a una finestra protetta da candide tende.
  4. Se la stanza da bagno offre una vasca, immergetevi in acqua calda per circa 20 minuti, acqua arricchita con sali da bagno, essenze o sale grosso iodato che aiuta a sgonfiare. Se avete la doccia, procuratevi una spugna morbida e naturale, dove verserete alcune gocce di bergamotto per combattere ansia, stress e insonnia. Per migliorare la circolazione, eliminare le tossine della cute e contrastare la formazione di cellulite, alternate getti caldi e freddi.
  5. In alternativa al bagno rigenerante, dedicatevi al gommage esfoliante che regala una pelle perfetta. Prima di tutto vanno aperti i pori riempendo la stanza di vapore con l’aiuto del getto della vasca o della doccia. A questo punto spalmate lo scrub, prodotto in casa miscelando sale grosso, olio di oliva e fondi di caffè. Se preferite qualcosa di già pronto, optate per Tuttotondo Crema Esfoliante Idratante con granuli di fico d’india e di semi di kiwi.
  6. Procuratevi almeno 7 bagnoschiuma, da cambiare a seconda che siate tornati dal lavoro, dalla palestra o usciate per una serata speciale. I nostri must have sono: Vichy Doccia Spa Gel-Olio e Gel-Crema, con acqua termale mineralizzante di Vichy, ideali dopo l’attività sportiva; Tuttotondo Gel Doccia Energizzante al chinotto per iniziare al meglio la giornata; Dior Hypnotic Poison, per un bagno sensuale prima di conquistare; La Roche-Posay Lipikar Gel Lavant, gel doccia lenitivo protettivo pensato per le esigenze di tutta la famiglia; Sephora Bagnoschiuma Decorato, il gel doccia al fiore di ciliegio da collezionare.
  7. Se siete soliti struccarvi in doccia, usate il nuovo Nivea Sotto la Doccia Struccante Viso & Occhi: #GoodByePandaEye. Provato per voi: funziona!
  8. Per rimuovere tutte le imperfezioni da viso, collo e décolleté, riempite il lavandino con acqua bollente e una fialetta di eucalipto. A questo punto esponete il viso ai vapori e, dopo 10 minuti, passate all’azione esfoliante con Aesop Purifying Facial al rosmarino e alla pulizia manuale, previo insegnamento da parte dell’estetista.
  9. Per i capelli? Dopo lo shampoo, usate il balsamo per districare; il conditioner per idratare in modo istantaneo e per chi non vuole appesantire la chioma; la maschera (in posa da 10 a 15 minuti) per capelli molto disidratati, spenti o colorati. Davines Essential Haircare Dede è la linea delicata all’uso quotidiano, ideale per l’estate; l’ingrediente principale è il sedano rosso di Orbassano della fattoria di Giancarlo e Doriana Pozzatello, presidio Slow Food. Lo shampoo e il balsamo Goji di L’Erbolario è per capelli sottili e sfibrati. Alfaparf Milano presenta Pigments, gocce di pigmenti puri da aggiungere ai trattamenti care (shampoo e maschera) casalinghi, per avere sempre capelli omogenei e brillanti. Infine, Mojave Ghost Parfum pour Cheveux di Byredo, per capelli divinamente profumati, nutriti e luminosi.
  10. Il bagno può trasformarsi anche in una una palestra. Al mattino, per partire in quarta, basta fare 15 minuti di pesi – magari custoditi all’interno di un cesto, mentre per il weekend una chicca. Se avete un bagno abbastanza grande, comprate due belle tinozze. Riempitene una con acqua calda, l’altra con acqua fredda e ghiaccio e voilà… ecco il percorso Kneipp che trovate alle terme!

Un italiano su due legge in bagno

La sera, in bagno, leggono soprattutto romanzi romantici, per rilassarsi e vivere altre vite. E’ questo l’identikit dei booklovers italiani, il 42% nel 2015 secondo l’Istat, con le donne pioniere del settore. Dove e quando piace leggere? Se la sera (71%) e il letto (67%) sono le classiche risposte, è curioso notare come per molti (52%) il bagno rappresenti il luogo ideale dove di immergersi a pieno in una storia. Segue il divano (47%), il treno (44%) e il giardino.

Questo è quanto emerge da un’indagine condotta da Libreriamo in occasione del quarto anniversario dalla sua fondazione. Che cosa leggono gli italiani, quali sono i generi che preferiscono? Al primo posto il genere romantico (68%), al secondo lo storico (65%), al terzo posto il fantasy (63%). Quarto posto per i gialli (61%), quinto per le favole (56%).

Margherita Tizzi

In questi ultimi anni all’arrembaggio l’amore di Margherita per il giornalismo embedded è cresciuto e maturato. Resta il suo sogno – accanto a quello (nel cassetto) di diventare una maestra di sci e di trasformare l’Italia in un paese consapevole dei tesori che conserva. E’ il babbo pittore, infatti, che le ha trasmesso l’amore incondizionato per l’arte e il design...

No Comments Yet

Comments are closed

 


John Fitzgerald Kennedy

Ispirazioni: il futuro per Abraham Lincoln

Calvin Klein, Eternity Moment